Inclusione Sociale e Lavorativa

OBIETTIVI

Il tavolo “Inclusione sociale e lavorativa” vorremo si focalizzasse sui seguenti tre nuclei tematici:

  • Generazione d’impresa: il tavolo vuole favorire lo sviluppo di progetti monitorabili, integrati e pensati insieme ai portatori di interesse fin dalle fasi ideative in grado di garantire la generazione d’impresa e l’imprenditorialità delle persone che vivono il territorio;
  • Formazione: il tavolo si pone l’obiettivo di favorire il potenziamento delle opportunità e dell’offerta di formazione anche al di fuori del contesto scolastico/universitario, in uno scenario di sostanziale eterogeneità delle esperienze e dei livelli di adozione tecnologica delle risorse coinvolte, con ricadute positive sulla crescita del capitale umano e delle opportunità di occupazione lavorativa; la diffusione delle competenze digitali e scientifiche, con l’introduzione di tecniche di coding, l’utilizzo di piattaforme di sviluppo come Arduino e Raspberry, nell’ottica di affiancare al superamento del divario infrastrutturale anche quello del divario digitale della popolazione; 
  • Promozione dell’inclusione sociale: il tavolo si pone l’obiettivo di promuovere l’inclusione sociale delle persone che vivono il territorio volendo favorire network relazionali supportati dalle tecnologie per il coinvolgimento e il monitoraggio delle persone.

TECNOLOGIE

Rispetto ai tre nuclei tematici individuati si propone di focalizzare l’attenzione sui seguenti fenomeni/tecnologie:

  • Generazione d’impresa: tra le iniziative su cui il tavolo può focalizzare la sua attenzione rientrano gli incubatori e acceleratori d’impresa, in particolare quelli che si sono specializzati sul tema dell’innovazione sociale e tecnologica con l’identificazione delle start-up di valore da cui si può trarre spunto in termini di modello di business, tecnologia, innovazione di prodotto o processo; i co-working ovvero i nuovi spazi di collaborazione dove diversi soggetti pongono la sede delle loro attività contribuendo anche a creare importanti processi di contaminazione reciproca e co-progettazione di nuovi progetti; progetti di formazione all’imprenditorialità; i FABLAB ovvero le nuove officine digitali dove i maker costruiscono e testano i progetti.
  • Formazione: la formazione pensata con mezzi e piattaforme particolarmente innovative che favoriscano fenomeni quali l’e-learning e la formazione a distanza con la sperimentazione di interfaccia uomo macchina innovative (speech to text, gesture controller); i serious games come strumenti a supporto per la didattica, la formazione e lo sviluppo imprenditoriale.
  • Promozione dell’inclusione sociale: fenomeni su cui porre l’attenzione possono essere le social street, ovvero iniziative spontanee che cercano di instaurare nuove forme di socialità e convivenza urbana; i living lab, ovvero la creazione di ambienti a supporto della ricerca e dell’innovazione attraverso il coinvolgimento attivo di molteplici stakeholder (utenti finali, aziende, istituzioni pubbliche, ecc.) con l’obiettivo finale di favorire percorsi di co-creazione di nuovi servizi, prodotti e infrastrutture sociali. 

REFERENTI AREA TEMATICA:

Università Commerciale Luigi Bocconi: Guia Pirotti: guia.pirotti@sdabocconi.it;

Next Industries srl: Massimiliano Bellino: massimiliano.bellino@nextind.eu;